Del Zotto Paolo - Traslochi - Trasporti S.R.L.
Cosa Fare

Cosa fare per non aver problemi col tuo trasloco

Un mese prima


Manca solo un mese al trasloco. Ti guardi attorno e ti chiedi come hai fatto ad accumulare tutti quegli oggetti? Respira e rilassati: è solo questione di organizzazione.

Innanzitutto faiuna lista completa di tutti i mobili presenti in casa, compreso quelli che tieni in cantina, in solaio, in garage e in giardino. Poi, dividi tra "mobili da traslocare", "mobili da buttare" e "mobili da regalare". Ti accorgerai che un trasloco è una bell'occasione per disfarsi del superfluo.
Lista alla mano, cerca la società di traslochi più adatta a te, in base al prezzo ed ai servizi offerti. Scegli solo le ditte specializzate, richiedi un preventivo e, se possibile, un sopralluogo. Eventualmente, informati sul noleggio di un elevatore esterno per gli oggetti dei piani alti. Potrebbe essere necessaria una richiesta di occupazione del suolo pubblico per la sosta dei mezzi: informati presso il tuo Comune o il trasportatore.
 

Se per piacere o per dovere devi occuparti anche dell’imballaggio, procurati i materiali idonei, scatole di varie misure, scotch, pennarelli ed imballaggi in plastica con bolle d’aria. Inizia a confezionare le cose che pensi di non utilizzare nel prossimo mese.
Mentre inscatoli, indica su ogni collo un numero progressivo, il suo contenuto e la sua sistemazione nella nuova casa: le scatole preparate per ultime con gli oggetti d’uso frequente, riporteranno i numeri più alti e potrai riconoscerle facilmente a trasloco completato (chiedere anche al trasportatore).
 

Ricorda il preavviso che devi dare al tuo amministratore o padrone di casa. Dovrai attenerti alle condizioni del tuo contratto, quindi è conveniente prevederlo per tempo.
 

15 giorni prima


Anche se stai pregustando tutte le comodità della tua nuova casa, cerca di non trascurare l’ottimizzazione degli spazi nella tua abitazione attuale, ricava un luogo idoneo allo stoccaggio degli scatoloni che stai preparando in modo che non creino ulteriore disagio a te e ai tuoi familiari. Un trasloco crea sempre un po’ di confusione.
 

Se vuoi occuparti personalmente del trasloco, ricorda di noleggiare un furgone abbastanza capiente e funzionale.
 

Non dimenticare di disdire o di trasferire tuti i contratti do fornitura servizi quali telefono, gas e acqua. Informati sulle procedure e attiva per tempo i subentri e i nuovi allacciamenti nella nuova casa.
 

Una settimana prima


Ultima settimana. Casa sottosopra. Ancora molte cose da pianificare.
 

Per prima cosa, chiedi ad un amico o ad un parente di occuparsi dei bambini, anziani e animali domestici il giorno del trasloco. Se pensi di impiegare più di un giorno, prenota una camera d’albergo.
 

Comunica al nuovo e al vecchio amministratore il giorno esatto del trasloco: fai un duplicato delle chiavi della nuova casa e consegnale a qualcuno di fiducia nel caso durante lo spostamento dovessi perdere o non trovare le tue.
 

Restituisci tutto ciò che hai noleggiato o che ti è stato prestato per evitare che si danneggi, riempi gli ultimi scatoloni e tieni a portata di mano solo quello che ti serve per vivere l’ultima settimana nella tua vecchia casa.
 

Informa del tuo cambio di residenza gli uffici pubblici, meglio se con una raccomandata. Poi, vai all’ufficio postale e provvedi a rindirizzare la tua corrispondenza. Contatta un tecnico specializzato per ricollegare le apparecchiature a gas nella nuova casa.
 

Infine, siedi e rilassati. Per cena prepara qualcosa esclusivamente con ciò che hai nel frigorifero o nel freezer: è ora di dar fondo alle scorte.
 

La vigilia


Ormai il conto alla rovescia sta per concludersi e domani lascerai la tua vecchia casa.
 

Hai svuotato il frigo? Se ancora non lo hai fatto svuota, spegni e pulisci frigo e freezer. Togli e svuota i tubi della lavatrice e della lavastoviglie, lega cassetti, ripiani ante e sportelli di mobili ed elettrodomestici e prepara un kit d’emergenza con gli effetti personali di prima necessità da utilizzare in caso d’imprevisto.
 

Poi, occupati delle piante, cerca di proteggerle da eventuali danni riponendole in appositi sacchetti trasparenti oppure legandole con fogli di carta.
 

Il giorno del trasloco


Prima di uscire controlla di non aver dimenticato nulla. Scollega acqua, luce gas ed eventuali altre utenze. Per ognuna annota i dati del contatore.
 

Prendi gli ultimi accordi con la ditta di trasporto: assicurati che conoscano l’indirizzo corretto della tua nuova abitazione e fornisci i tuoi numeri di cellulare. Avviati verso la nuova casa e predisponi il necessario per il loro arrivo.
 

Tutto il kit d’emergenza a portata di mano.
 

Una volta nella nuova casa, verifica che gli scatoloni siano integri e disponi che siano posti nelle stanze prestabilite. Dai indicazioni  affinché siano sistemate prima di tutto le camere da letto e gli effetti di prima necessità.
 

Annota i dati dei contatori e libera le piante dagli involucri.
 

L'indomani


Dopo una notte di riposo, sei pronto a rimboccarti di nuovo le maniche e a procedere con pulizie e riordino.
 

Inizia dalle camere da letto e dalla cucina con gli scatoloni preparati per ultimi, quelli su cui sono indicati i numeri progressivi più alti (contengono sicuramente gli oggetti d’uso più frequente).
 

Controlla di aver completato tutte le pratiche burocratiche e soprattutto assicurati l’intervento dei tecnici per l’allacciamento del gas e le dovute certificazioni previste per legge.
 

Quando tutto è al suo posto, vai in cucina e prepara una bella torta, è ora di presentarsi ai vicini!

 

La bottiglia la offro io ! !

 

Paolo Del Zotto

Richiedi Informazioni
I campi con * sono obbligatori.
Ai sensi dell'art 13 D.lgs. 196/2003.
Dichiaro di aver preso visione delle condizioni generali della privacy